Posts in ICT4D

Data Collection per la misurazione di impatto

May 21st, 2020 Posted by Data Analysis, Data Collection, ICT4D, M&E, software development, Training, web platform 0 comments on “Data Collection per la misurazione di impatto”

Produrre ed organizzare i dati in modo strutturato per la gestione delle attività di un’organizzazione non-profit, in particolare le attività di monitoraggio e valutazione, la misurazione dell’impatto e la capitalizzazione della conoscenza.  

Per registrarti al corso > le candidature riapriranno il 16 Settembre 2020

Il corso sarà riproposto in quattro diverse sessioni nel corso del biennio:

  1. Giugno – Luglio 2020 (termine per la candidatura 11 Giugno 2020)
  2. Novembre – Dicembre 2020
  3. Aprile – Maggio 2021
  4. Ottobre – Novembre 2021

E’ possibile scegliere a quale sessione partecipare direttamente dal form di iscrizione.

Obiettivo del Corso

L’obiettivo del corso è quello di fornire all’organizzazione, attraverso l’utilizzo di una piattaforma di raccolta dati, uno strumento per conciliare la riflessione strategica sul piano della mission, con i meccanismi di finanziamento basati su progetti. 

A chi è rivolto

ONG ed Enti del Terzo Settore

Prerequisiti per la partecipazione al corso: 

  1. Buona conoscenza del Ciclo di Progetto. Conoscenza della ToC a livello introduttivo.
  2. Buone conoscenze matematiche di base, nozioni di statistica. 
  3. Conoscenza di almeno 1 strumento di raccolta dati (google forms, kobo, altro).

Contenuti del Corso

Il corso sarà composto da una componente di formazione  online ed un percorso di mentorship per le ONG che ne faranno richiesta e verranno selezionate, realizzato sempre da remoto.

Le 6 sessioni del corso online saranno così suddivise:

  • ToC e pianificazione strategica  
  • Strategia organizzativa, MEAL e progetti
  • Raccolta dati per il MEAL. Rischi e opportunità. Sfide organizzative. Analisi costi  
  • Metodi e strumenti esistenti    
  • KALMS: raccogliere dati per il MEAL. Costruzione forms; Creazione dashboard e report    
  • Analisi dati. Gestire la “L” (learning)

Durante tutta la durata del corso è previsto un supporto di tutoraggio per supportare i partecipanti e il formatore nell’interazione on-line. 

Prerequisiti per il percorso di Mentorship: 

  1. Partecipazione al corso
  2. Coinvolgimento delle figure dirigenziali dell’organizzazione
  3. Avere elaborato una ToC di organizzazione

Il percorso prevede una durata di circa 6H online con l’organizzazione, così organizzate:

  • Disegno di un prototipo di sistema di MEAL basato su indicatori
  • Definizione delle strutture dati da raccogliere e deploy di KALMS
  • Proposta di sottostruttura organizzativa per la gestione della raccolta dati 
  • Follow-up sull’utilizzo del sistema, emersione criticità, obiettivi di lungo periodo (da effettuarsi dopo 6 mesi dalla precedente).
  • Analisi caso studio specifico + elaborazione proposta + Valutazione lavoro effettuato dall’ONG

Il contributo richiesto per l’intero corso è di 50 Euro.

Per registrarti al corso > le candidature riapriranno il 16 Settembre 2020

Per chiarimenti ed informazioni academy@gnucoop.com

SMART WORKING: migliorare la collaborazione tra il field e l’HQ

May 21st, 2020 Posted by ICT4D, Smart Working, Training 0 comments on “SMART WORKING: migliorare la collaborazione tra il field e l’HQ”

Per registrarti al corso, vai qui > https://bit.ly/2zXg5m9

Le ONG, operando in paesi diversi, sono organizzazioni abituate ad una gestione “in remoto”, grazie a strumenti basilari come le piattaforme di videochiamata o l’uso delle email. Tuttavia, la reale integrazione di un team di lavoro fisicamente delocalizzato è un obiettivo che richiede uno sforzo maggiore e resta in molti casi sostanzialmente non raggiunto. 

Come realizzare una collaborazione tramite la condivisione sia dei prodotti che dei processi del lavoro? Come integrare i flussi di informazioni strutturate nei processi interni (email, documenti) con le interazioni libere del lavoro quotidiano (chat, social)? Come evitare la replicazione e la dispersione delle informazioni (effetto “salva sul desktop”) senza le rigidità di un sistema gestionale interno? 

La nostra esperienza, sia in qualità di operatori delle ONG, che grazie alle collaborazioni con queste realtà degli ultimi anni, ci ha permesso di conoscere a fondo le dinamiche del lavoro a distanza e dei contesti in cui le ONG lavorano.

Obiettivo del Corso

  1. Migliorare l’organizzazione delle comunicazioni
  2. Utilizzare l’interazione tra gli strumenti
  3. Rendere più efficiente la collaborazione da remoto
  4. Creare un ufficio virtuale

A chi è rivolto

ONG ed Enti del Terzo Settore

Contenuti del Corso

Il corso sarà proposto in due sessioni distinte, una dedicata all’utilizzo degli strumenti della GSuite ed una agli strumenti di Microsoft Office 365. E’ possibile ad un singolo corso o iscriversi ad entrambi.

Ciascun modulo sarà organizzato in 4 webinar da 1,5 ore, distribuiti su 4 settimane.

Il contributo richiesto per ciascun Modulo è di 20 Euro.

Modulo Gsuite (termine iscrizioni 11 Giugno 2020)

Google offre il pacchetto GSuite in maniera gratuita per il no profit

Aiuta la tua organizzazione non profit a collaborare in modo più efficace grazie ad applicazioni aziendali intelligenti e sicure come Gmail, Documenti, Calendar, Drive e Hangouts Meet che ti permettono di concentrarti su quello che conta davvero.

Il corso prevede 4 Webinar, della durata di 1,5 ore così organizzati:

1. Gmail – Calendar – Meet (18/06/2020) dalle 17 alle 18.30   

Gmail: Accedi alla tua email sempre e ovunque, su qualsiasi dispositivo. Non è necessaria una connessione Internet: puoi leggere e scrivere le bozze dei messaggi per poi inviarle non appena sarai di nuovo online. Una funzionalità fondamentale per chi lavora in zone remote e con connessioni instabili.

Google Calendar: Controllare la disponibilità dei colleghi sovrapponendo i loro calendari in un’unica visualizzazione e  la sincronizzazione con differenti fusi orari permette una migliore programmazione di incontri e scadenze, per chi lavora in zone diverse del pianeta

Google Meet: Nessun nuovo programma da scaricare, Meet è integrato in GSuite. Devi solo configurare la riunione e condividere un link, senza preoccuparti che i tuoi colleghi o partners abbiano l’account o i plug-in giusti. Integrato in Calendario permette di avviare la riunione nell’orario corretto.

2. Google Drive – Base – Archiviazione condivisa (23/06/2020) dalle 17 alle 18.30   

Soprattutto per chi si incontra solo in occasione delle missioni da parte della sede, e considerando la mole di documentazione che viene prodotta durante la realizzazione di un progetto è fondamentale poter utilizzare un unico archivio che sia accessibile da tutti, in qualsiasi momento.

3. Google Drive – Avanzato- Collaborazione a distanza (25/06/2020) dalle 17 alle 18.30   

I donatori continuano  a richiedere una grande quantità di documentazione per la reportistica, sia narrativa che finanziaria. Google Drive permette di collaborare a distanza per la stesura di tutti questi documenti, sia con documenti di testo che di calcolo. Ciascun documento conserva tutte le revisioni, eliminando quindi il grosso problema di scambiarsi via email il medesimo documento in revisioni successive e rinominate.

4. Slack – L’ufficio virtuale (29/06/2020) dalle 17 alle 18.30   

Un vero e proprio ufficio virtuale dove creare chat su diversi temi dell’associazione, aggregazione di notizie riguardanti la società, integrazione con sistemi esterni (project management, GSuite, ecc), possibilità di chat o videochat, singolarmente o a gruppi di utenti.

Modulo Microsoft Office 365 (Termine iscrizioni 13 Luglio 2020)

1. Exchange, Calendario, Teams (16/07/2020) dalle 17 alle 18.30 

Exchange: integrato con il tuo calendario, gestisce la gestione degli allegati direttamente con OneDrive.

Calendario: controlla le risposte alla convocazioni direttamente dal tuo calendario. Pianifica e coordina gli impegni condividendo il calendario e verificando la disponibilità dei colleghi.

Microsoft teams: l’hub per il lavoro di squadra in Microsoft 365. Il servizio teams consente di abilitare la messaggistica istantanea, le chiamate audio e video, riunioni online ricche, esperienze mobili e funzionalità di Web Conferencing estese.

2. One Drive – Base – Archiviazione condivisa (21/07/2020) dalle 17 alle 18.30 

Salva file e foto in OneDrive per potervi accedere da qualsiasi dispositivo, ovunque, anche in assenza di connessione. Condividi file, cartelle e foto con i colleghi. Non servono più allegati e-mail di grandi dimensioni o unità esterne, è sufficiente inviare un collegamento tramite e-mail o SMS. Anche offline.

3. One Drive – Avanzato- Collaborazione a distanza (28/07/2020) dalle 17 alle 18.30 

I donatori continuano  a richiedere una grande quantità di documentazione per la reportistica, sia narrativa che finanziaria. One Drive permette di collaborare a distanza per la stesura di tutti questi documenti, sia con documenti di testo che di calcolo.

4. Teams – L’ufficio virtuale (30/07/2020) dalle 17 alle 18.30 

Un vero e proprio ufficio virtuale dove creare chat su diversi temi dell’associazione, aggregazione di notizie riguardanti la società, integrazione con sistemi esterni (word, excel, PP, ecc), possibilità di chat o videochat, singolarmente o a gruppi di utenti.

Per registrarti al corso, vai qui > https://bit.ly/2zXg5m9

Nel caso venisse superato il numero massimo consentito di iscritti, si procederà ad una fase si selezione.

Per chiarimenti ed informazioni academy@gnucoop.com

Gnucoop con FormazioneSviluppo

May 21st, 2020 Posted by Data Analysis, Data Collection, e-learning, ICT4D, M&E, Smart Working, Training, web platform 0 comments on “Gnucoop con FormazioneSviluppo”

Al via il programma formativo 2020-2021 di Innovazione per lo Sviluppo

15 percorsi mirati su dati, project management, leadership e imprenditorialità.
Organizzati insieme a 10 partner strategici, sono destinati alle organizzazioni e al personale del settore della cooperazione internazionale allo sviluppo.
Presentazione ufficiale durante il webinar del 3 giugno 2020 alle ore 17 (registrazione obbligatoria)

Dati per lo sviluppo, Project management, Leadership e imprenditorialità, Borse di studio per la formazione avanzata. 

Sono i quattro focus tematici dell’edizione 2020-2021 di FormazioneSviluppo, l’asse di Innovazione per lo Sviluppo dedicato alla formazione e al capacity building per il settore della cooperazione internazionale allo sviluppo. 

La pandemia da Covid-19 e gli impatti negativi che sta scatenando anche da un punto di vista socioeconomico, dimostrano che non esistono confini. 

Il programma Innovazione per lo Sviluppo crede fortemente che dalla crisi si possa ripartire mettendo al centro le persone, le competenze, la formazione, guardando al futuro con una maggiore propensione all’innovazione e al ricambio generazionale, con linguaggi, strumenti e leadership orientate al cambiamento sistemico.

É per questo che, dopo il successo dell’edizione 2019 che ha coinvolto oltre 500 operatrici e operatori del settore, FormazioneSviluppo ritorna con un articolato palinsesto formativo, composto da 15 percorsi formativi organizzati da 10 partner strategici con il supporto di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo.

La nuova edizione di FormazioneSviluppo sarà presentata dalle Fondazioni promotrici e dai partner coinvolti in un webinar pubblico in programma il 3 giugno 2020 alle h 17

Il webinar è aperto a tutti, è necessaria la registrazione a questo link: https://bit.ly/FormazioneSviluppo-webinar

Destinatari e modalità di erogazione

I percorsi sono differenziati per durata, livello di competenze e formato di erogazione.
I destinatari primari sono il personale e le organizzazioni che operano nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo (compresi gli ambiti migrazione ed educazione alla cittadinanza globale).

Le prime proposte sono in partenza a Giugno 2020 e proseguiranno per tutto il 2020 e il 2021. I posti sono limitati: per inviare la propria candidatura bisognerà compilare un modulo disponibile sui siti dei partner che organizzeranno ciascun percorso formativo.
Tutti i percorsi prevedono una parte di attività pratiche e di tutoring per la realizzazione di progetti basati sulle competenze acquisite.

In seguito all’emergenza Covid-19, molte attività frontali sono state riprogettate in modalità solo online. 

Ecco, nel dettaglio, le offerte formative suddivise per ambito di appartenenza:

1) Dati per lo Sviluppo

Dataninja propone tre serie di corsi di livello base finalizzati ad acquisire le competenze per usare al meglio i fogli di calcolo, realizzare visualizzazioni di impatto o definire una strategia di comunicazione data-driven.

Gnucoop offre due percorsi di livello intermedio sull’analisi e la raccolta dei dati, con l’obiettivo di migliorare la fase di monitoraggio e per utilizzare meglio gli strumenti statistici (per maggiori informazioni sul corso “Data collection per la misurazione d’impatto” vai qui).

Ong 2.0/CISV e TechSoup Italia hanno realizzato due percorsi che si concentrano sulla data visualization per il bilancio sociale e sull’uso degli strumenti digitali di mapping.

Il Consorzio TOP-IX, la Fondazione ISI (Institute for Scientific Interchange) e Moxoff propongono una nuova edizione del percorso intensivo CorDATA, pensato per portare nelle organizzazioni la cultura della Data Science e promuovere progetti innovativi basati sui dati.

2) Project Management

Gnucoop propone un percorso focalizzato sullo smart working per migliorare la collaborazione tra il field e l’headquarter, pensato anche in risposta alle riorganizzazioni che molti enti hanno dovuto affrontare in seguito all’emergenza Covid-19 (per maggiori informazioni sul corso “SMART WORKING: migliorare la collaborazione tra il field e l’HQ ” vai qui).  

Dall’autunno, arrivano due proposte di Ong 2.0/CISV e TechSoup Italia focalizzate su Design Thinking per l’innovazione sociale e sull’adozione dell’approccio Agile nei progetti di cooperazione.

3) Leadership e Imprenditorialità

Amani Institute propone un percorso in inglese rivolto ai senior manager delle organizzazioni italiane per aiutarli a gestire le situazioni di crisi con competenze di leadership e innovazione. 

Viene riconfermato, poi, il supporto al Social Enterprise Open Camp organizzato da Fondazione Opes-LCEF e Gruppo CGM, quest’anno dedicato all’importante tema “Planet and People”.

4) Borse di studio

È stato introdotto un nuovo progetto in ricordo di Anne Musyoki, direttrice di Techsoup Africa che nel 2019 ha partecipato agli Open Days dell’Innovazione a Torino e, durante il rientro, è rimasta vittima dell’incidente aereo dell’Ethiopian Airlines 302. Il progetto prevede l’istituzione di borse di studio per permettere a due giovani di lavorare insieme al team di Techsoup sui temi della digital transformation delle organizzazioni non-profit in Kenya. Confermate anche le borse di studio a copertura dei costi parziali per il Master ICT for Development and Social Good organizzato da Ong 2.0/CISV all’Università di Torino. 

Tutte le informazioni su FormazioneSviluppo, con il calendario dettagliato delle attività e le modalità di partecipazione, sono disponibili sul sito di Innovazione per lo Sviluppo al seguente indirizzo:
innovazionesviluppo.org/formazione

Maggiori informazioni sui percorsi di Gnucoop QUI


Innovazione per lo Sviluppo è un programma di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo con l’obiettivo di promuovere l’innovazione nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo attraverso attività di: open innovation / sfide, formazione, networking.
Il programma è realizzato con il coinvolgimento di partner provenienti dal mondo dell’innovazione e della tecnologia (data for good, fabbricazione digitale, ICT for development).

A chi serve la valutazione? Il valore dei dati fra nuove tecnologie, questioni etiche e innovazione sociale

September 29th, 2019 Posted by Data Analysis, Data Collection, ICT4D, M&E, Training, web platform 0 comments on “A chi serve la valutazione? Il valore dei dati fra nuove tecnologie, questioni etiche e innovazione sociale”
A pochi giorni dalla pubblicazione in gazzetta ufficiale delle linee guida per la valutazione di impatto degli ETS, si è tenuta a milano la tavola rotonda “A chi serve la valutazione? Il valore dei dati fra nuove tecnologie, questioni etiche e innovazione sociale” organizzata da CIAI, Changelab e Gnucoop all’interno dell’iniziativa “Innovazione per lo sviluppo”  di Fondazione Cariplo e Compagnia di S. Paolo.

 

Circa 40 persone hanno partecipato ad una mattinata di dibattito e approfondimento su temi che in questo momento si trovano al centro della discussione sulla cooperazione allo sviluppo. Sono intervenuti Federico Mento (Social Value Italia) Federico Bastia (Fondazione Punto.sud), Margherita Romanelli (GVC-Weworld) e Enrico Testi (ARCOLab), moderati da Christian Elevati. 

 

La discussione si è aperta con la presentazione del questionario che era stato rivolto alle ONG nei giorni precedenti allo scopo di fotografare lo stato dell’arte sul tema valutazione e nuove tecnologie. Da questa indagine è emerso chiaramente come il lavoro da fare sia ancora molto, nonostante il tema della valutazione non sia certamente nuovo per le ONG. Tra i numerosi attori del terzo settore, infatti, le ONG sono fra quelli che da più tempo realizzano valutazioni spesso anche molto approfondite, sui propri interventi incoraggiante anche dai donatori stessi che nelle loro procedure le prevedono ormai in modo quasi sistematico.

 

Nonostante questo, la discussione ha permesso di mettere in evidenza alcune problematiche che ancora interrogano il mondo della cooperazione internazionale. Più precisamente: come è possibile passare dalla valutazione di un singolo progetto alla valutazione di un’organizzazione? E ancora, come passare dalla “misurazione” alla “gestione” dell’impatto? ovvero, come trasformare un esercizio valutativo in un vero momento di apprendimento? E poi, come possono, le tecnologie dell’informazione, facilitare questi processi, o addirittura renderli possibili?

 

E’ chiaro che tali questioni riguardano l’intero ecosistema della cooperazione, dai donatori, ai beneficiari, passando per l’opinione pubblica e i media. L’impressione è che nella risposta a tali questioni si nasconda non poco del futuro della cooperazione internazionale ed è prevedibile che delle risposte potranno essere identificate soltanto all’interno di un percorso di almeno medio periodo. Un elemento importante in questo percorso sarà la capacità delle ONG di proporre loro stesse dei modelli innovativi di valutazione che siano efficienti, economici e tecnologicamente al passo con i tempi, andando oltre un approccio di mera compliance.

 

E’ proprio questa impostazione che il corso “From Paper to Tablet” cerca di proporre, fornendo gli strumenti concreti per affrontare la valutazione con spirito rinnovato.

 

E’ ancora possibile iscriversi al corso cliccando qui.
La registrazione integrale dell’evento è qui.

Open Days Innovazione 2019: co-progettare, partecipare ed innovare

March 11th, 2019 Posted by Blockchain, Data Collection, e-learning, ICT4Ag, ICT4D, MHealth, software development, web platform 0 comments on “Open Days Innovazione 2019: co-progettare, partecipare ed innovare”
Due giorni di incontri, discussioni, presentazioni e networking. Due giorni di idee per cercare di far incontrare innovatori, organizzazioni di cooperazione internazionale ed enti privati.
Abbiamo iniziato parlando di innovazione non come un risultato o un prodotto ma come un processo partecipativo di cui l’utente finale è il protagonista.
E così sono stati riportati esempi di innovazione come BRCK, che garantisce connettività in luoghi comunitari, come su 1000 autobus a Nairobi e 500 a Kigali, o in 1200 Wifi hotspots, oppure di imprese sociali nell’ambito dell’energia solare come la storia di M-KOPA .
Ma spesso basta poco per innovare, come un paio di tablet connessi che permette ad un gruppo di donne masai di imparare a leggere e scrivere e trasmettere all’intera comunità quanto appreso.


O ancora come il progetto Click4All (https://www.click4all.com/en/ ) per costruire piccoli strumenti di supporto alla disabilità (come mouse o tastiere), utilizzati per esempio in un centro di riabilitazione su base comunitaria in Siria.
E tanti altri ancora…
E poi è arrivata la volta dei tavoli di co-design in tema di Educazione, Agricoltura e Salute.
Gnucoop ha avuto il piacere di moderare il tavolo Health&Tech. Quattro storie di innovazione sanitaria hanno aperto il dibattito:
1. il software di raccolta dati del progetto iRHIS – Gnucoop;
2. la piattaforma Open Hospital – CUAMM/ISF;
3. la participatory data physicalization con l’Università di Bolzano;
4. i sistemi di mappatura che facilitano l’accesso a centri sanitari di riferimento di CCM
Storie che hanno permesso di individuare gli ingredienti di successo e criticità dei progetti di innovazione come: partecipazione, formazione, raccolta ed umanizzazione dei dati ed, ancora, monitoraggio e replicabilità degli strumenti, etc…
Un momento concreto di scambio ed incontro tra le tre comunità cardine degli open days innovazione: operatori umanitari, innovatori ed imprese.
Il secondo giorno ci ha visto invece partecipare a diversi workshops: dai Big Data e tecniche di data visualization ad esperienze pratiche sulle Internet of Things, tecnologie hardware open che danno spazio alla creatività ed innovazione.
E poi si è parlato di project management e strumenti agile, di Kanban e di Scrum, di effetto Panopticon, sprint planning, retrospettiva, stand up meetings e dei tre ruoli chiavi dell’agile methodology (product owner, scrum master e  team members). Strumenti di progettazione e pianificazione che meglio si adattano a progetti innovativi, permettendo di tenere sotto controllo il progetto ed, allo stesso tempo, garantendo l’efficienza dei team di lavoro e minimizzando i rischi.

Gli #ODI2019 sono stati anche l’occasione per lanciare tutte le offerte formative di #InnovazioneSviluppo.
Fino al 20 Marzo sono aperte, tra le altre, le iscrizioni al primo ciclo del corso “From paper to tablet: all the steps you need to know” promosso da Gnucoop, CIAI e ChangeLab. Il corso vuole fornire le competenze per migliorare il processo di monitoraggio e valutazione dei progetti e delle organizzazioni, attraverso l’utilizzo di strumenti adeguati ed innovativi di raccolta, sistematizzazione e analisi di dati.
Per partecipare clicca qui .


Grazie a Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo che hanno organizzato questo evento!

Merkur.io, field-ready and secure payment network

September 20th, 2018 Posted by Blockchain, Emergency, ICT4D, Refugees, software development 0 comments on “Merkur.io, field-ready and secure payment network”

At the beginning of 2018, Gnucoop and Merkur.io started a collaboration for providing a cash and voucher platform to NGOs and Humanitarian Agencies.

Merkur.io is a secure digital payment platform capable of turning humanitarian voucher fairs into a fraud free, rapid and effective experience to NGOs, merchants and humanitarian assistance right holders (beneficiaries).

Merkur.io handles Humanitarian Voucher Fairs through crypto-currencies, using  safe and efficient payment methods. Our network extends to remote and offline areas to deploy the system with solar power and paper QR codes, allowing for  reinforced security measures.

Cash based assistance in particular humanitarian voucher fairs have made humanitarian assistance faster and more efficient.

(more…)

‘MEDIA and ICT FOR DEVELOPMENT’

May 29th, 2018 Posted by Blockchain, Data Collection, DRR, Emergency, GIS, ICT4D, MHealth, software development, Training 0 comments on “‘MEDIA and ICT FOR DEVELOPMENT’”

On the 14th of May 2018 and in collaboration with ONG2.0, Gnucoop took part, as lecturer, to one of the session of the ‘Media  and ICT for development’ workshop at the University of Turin.

The workshop is one of the activity included in the University Course in Public and Political Communication (Corso di laurea magistrale in Comunicazione pubblica e politica), that helps students to get familiar and acquire knowledge and skills about the use of communication  and ICT tools in the development sector.

The workshop included 6 sessions and  Gnucoop was invited to participate as a lecturer to one of the lessons, focusing on the use of ICT for development.

Gnucoop discussed about the use of ICT in the development sector and particularly on how free software and technology can be useful tools to improve the impact of developing projects in international cooperation. Also, Gnucoop provided an overview and examples of ICT4D applications, such as mobile data collection tools, web GIS applications and blockchain solutions.

All the mentioned tools have the double role of gathering/disseminating information as well as helping responders to take actions.

Furthermore key challenges and best practices in ICT4D have been presented and discussed such as:

  1. Sustainability: ensuring project longevity →  crucial involvement of government or local ownership;
  2. Scalability: from pilot to large scale project: → ability to propose a solution that can impact large population
  3. Evaluation: impact analysis → keep monitoring the application year after year

The class involved students from the university of Turin enrolled specifically  in communication and development studies, who were very interested and actively participated to the session.

At the end of the workshop, students have been asked to run a practical exercise and design a communication plan related to the cooperation and development sector.

Twine training in Rwanda

December 4th, 2017 Posted by Data Collection, ICT4D, MHealth, Refugees 0 comments on “Twine training in Rwanda”

In the framework of the collaboration with UNHCR, Gnucoop has started the pilot phase of the Twine Platform, developed for the collection, processing and reporting of the data about the public health within the refugee camps run by UNHCR.

This step involves six Countries, such as Zambia, Tanzania, Rwanda, Kenya and South Sudan, which have started to use the platform during October and November 2017.

After the first step, in the next few months, the platform will be roll out to the other Countries in which UNHCR is working. In the meantime, Gnucoop is providing support to those six Countries in the training of the medical staff about the use of the web app.

Our Project Manager, Paola Fava, has been involved in the training, installation and tablets allocation in the refugee camps of Gihembe and Nyabiheke, in Rwanda. The training has been held in Kigali and according to her, it was a successful experience.

Paola Fava with the medical staff

Nurses, doctors, coordinator of the nutritional centres and data managers of the Nyabiheke and Gihembe clinics, all belonging to the medical staff working at the American Refugee Committee (ARC), UNHCR’ partner in Rwanda, actively participated in the training.

According to Paola, “The involvement was considerable. The medical staff of the health facility in Gihembe and Nyabiheke participated in the training with enthusiasm. The interaction with them was great”.

Furthermore, during her visits to the centers, she had the chance to observe and appreciate the wonderful work of those people who face everyday enormous difficulties in order to provide assistance in a hard context like the one in Rwanda, but always with enthusiasm and smiling.

 

Blockchains Fighting Poverty

November 3rd, 2017 Posted by Blockchain, ICT4D, MMoney, software development 0 comments on “Blockchains Fighting Poverty”

What is a blockchain?

According to the  Institute of Development Studies: “the blockchain is a digital ledger of transactions that is distributed, verified and monitored by multiple sources simultaneously. Traditionally, ledgers have enabled and facilitated vital functions, with the help of trusted third parties such as financial institutions and governments. These include: ensuring us of who owns what; validating transactions; or verifying that a given piece of information is true”.

As opposed to the ledgers of intermediaries (see Table 1), the blockchain is distributed, public, transparent, encrypted and immutable.

Table 1: Comparing traditional ledgers with the blockchain

Source: Adapted from Paul Baran’s networks, Paul Baran, Introduction to Distributed Communications Networks, 1964, Rand Corporation


UN leaders calls startups working with blockchain and other technologies to focus their attention to improve digital identities.

But there are many other areas of application of blockchain for development aid. WFP for example is using blockchain in Jordan’s Azraq campIn the pilot project, called  “Building Blocks”, 10,000 refugees are now able to pay for their food by means of entitlements recorded on a blockchain-based computing platform and Robert Opp, WFP’s Director of Innovation and Change Management, said “Blockchain technology allows us to step up the fight against hunger”“Through blockchain, we aim to cut payment costs, better protect beneficiary data, control financial risks, and respond more rapidly in the wake of emergencies. Using blockchain can be a qualitative leap – not only for WFP, but for the entire humanitarian community”, he added.

Visit  this really interesting facebook group, that give the title of this blogpost, that shares and contains many examples and discussion of blockchains being built to reduce poverty and increase human progress.

iGNUvation for Data Collection

October 16th, 2017 Posted by Data Collection, DRR, GIS, ICT4Ag, ICT4D, MHealth, Refugees, software development 0 comments on “iGNUvation for Data Collection”

Innovazione per lo Sviluppo, è un progetto che nasce da un percorso di riflessione attivato da Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo con la compartecipazione di Fondazione CRT (sul tema: dati per il sociale e lo sviluppo) il cui obiettivo generale scaturisce in prima istanza da un profondo bisogno di innovazione in tutti i comparti (compresa la cooperazione internazionale) per rispondere al quale una prospettiva intersettoriale può costituire una modalità utile e vincente.
E’ un progetto rivolto al mondo della
cooperazione internazionale e dell’innovazione per offrire un percorso di apprendimento, networking e progettazione di soluzioni tecnologiche, in un’ottica di open innovation.
All’interno del progetto si inseriscono gli
Open Days dell’innovazione, due giorni di eventi aperti alla città e dedicati alle organizzazioni non profit. Per identificare insieme quale innovazione viene chiesta oggi al Terzo Settore nel contesto di cambiamento della nuova Riforma.
Suggeriranno inoltre strumenti utili per un’innovazione aperta e per la trasformazione digitale del Non Profit tramite l’implementazione di tecnologie all’avanguardia.

Abbiamo presentato la nostra candidatura e siamo stati selezionati  tra i 20 migliori casi da presentare nello spazio espositivo degli Open Days dell’innovazione. I partecipanti agli Open Days potranno visitare gli stand in qualunque momento ma è anche previsto un “Innovation tour” guidato dalle 14,30 alle 16,30 di lunedì 6 in cui i visitatori divisi a gruppi si  sposteranno tra i diversi stand in slot di circa dieci minuti ciascuno, in cui conosceranno i singoli espositori.
Il titolo del progetto che presenteremo all’interno dell’Open Space sarà “iGNUvation for Data Collection – il Software Libero al servizio della Cooperazione”

ICT4Health
ICT4Health
ICT4Edu
ICT4Edu
ICT4Ag
ICT4Ag
ICT4DRR
ICT4DRR

Presenteremo tre esempi di applicazioni per la raccolta dati.

1. Piattaforma Web e Mobile per la raccolta e l’analisi di dati sanitari nei campi rifugiati

2. Piattaforma per il  riconoscimento facciale per le scuole del Burkina Faso.

3. Piattaforma webGIS per la raccolta di dati per la gestione delle emergenze in Centro/Sud America.

Nello stand sarà presente una postazione, dotata di monitor e di videocamera per simulare la conta degli studenti in un’aula tramite il riconoscimento facciale. Saranno disponibili inoltre dei tablet per testare l’applicazione di raccolta ed elaborazione dati e la piattaforma webGIS.

Cercheremo di raccontare, nel modo più interattivo e coinvolgente, la nostra storie, la nostra esperienza ed i nostri progetti.

QUANDO

6 novembre – 7 novembre 2017

DOVE
BASE MILANO
Via Bergognone, 34
M2 Porta Genova
Milano

PER INFORMAZIONI
http://www.opendaysinnovazione.it/