Posts in e-learning

Gnucoop con FormazioneSviluppo

May 21st, 2020 Posted by Data Analysis, Data Collection, e-learning, ICT4D, M&E, Smart Working, Training, web platform 0 comments on “Gnucoop con FormazioneSviluppo”

Al via il programma formativo 2020-2021 di Innovazione per lo Sviluppo

15 percorsi mirati su dati, project management, leadership e imprenditorialità.
Organizzati insieme a 10 partner strategici, sono destinati alle organizzazioni e al personale del settore della cooperazione internazionale allo sviluppo.
Presentazione ufficiale durante il webinar del 3 giugno 2020 alle ore 17 (registrazione obbligatoria)

Dati per lo sviluppo, Project management, Leadership e imprenditorialità, Borse di studio per la formazione avanzata. 

Sono i quattro focus tematici dell’edizione 2020-2021 di FormazioneSviluppo, l’asse di Innovazione per lo Sviluppo dedicato alla formazione e al capacity building per il settore della cooperazione internazionale allo sviluppo. 

La pandemia da Covid-19 e gli impatti negativi che sta scatenando anche da un punto di vista socioeconomico, dimostrano che non esistono confini. 

Il programma Innovazione per lo Sviluppo crede fortemente che dalla crisi si possa ripartire mettendo al centro le persone, le competenze, la formazione, guardando al futuro con una maggiore propensione all’innovazione e al ricambio generazionale, con linguaggi, strumenti e leadership orientate al cambiamento sistemico.

É per questo che, dopo il successo dell’edizione 2019 che ha coinvolto oltre 500 operatrici e operatori del settore, FormazioneSviluppo ritorna con un articolato palinsesto formativo, composto da 15 percorsi formativi organizzati da 10 partner strategici con il supporto di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo.

La nuova edizione di FormazioneSviluppo sarà presentata dalle Fondazioni promotrici e dai partner coinvolti in un webinar pubblico in programma il 3 giugno 2020 alle h 17

Il webinar è aperto a tutti, è necessaria la registrazione a questo link: https://bit.ly/FormazioneSviluppo-webinar

Destinatari e modalità di erogazione

I percorsi sono differenziati per durata, livello di competenze e formato di erogazione.
I destinatari primari sono il personale e le organizzazioni che operano nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo (compresi gli ambiti migrazione ed educazione alla cittadinanza globale).

Le prime proposte sono in partenza a Giugno 2020 e proseguiranno per tutto il 2020 e il 2021. I posti sono limitati: per inviare la propria candidatura bisognerà compilare un modulo disponibile sui siti dei partner che organizzeranno ciascun percorso formativo.
Tutti i percorsi prevedono una parte di attività pratiche e di tutoring per la realizzazione di progetti basati sulle competenze acquisite.

In seguito all’emergenza Covid-19, molte attività frontali sono state riprogettate in modalità solo online. 

Ecco, nel dettaglio, le offerte formative suddivise per ambito di appartenenza:

1) Dati per lo Sviluppo

Dataninja propone tre serie di corsi di livello base finalizzati ad acquisire le competenze per usare al meglio i fogli di calcolo, realizzare visualizzazioni di impatto o definire una strategia di comunicazione data-driven.

Gnucoop offre due percorsi di livello intermedio sull’analisi e la raccolta dei dati, con l’obiettivo di migliorare la fase di monitoraggio e per utilizzare meglio gli strumenti statistici (per maggiori informazioni sul corso “Data collection per la misurazione d’impatto” vai qui).

Ong 2.0/CISV e TechSoup Italia hanno realizzato due percorsi che si concentrano sulla data visualization per il bilancio sociale e sull’uso degli strumenti digitali di mapping.

Il Consorzio TOP-IX, la Fondazione ISI (Institute for Scientific Interchange) e Moxoff propongono una nuova edizione del percorso intensivo CorDATA, pensato per portare nelle organizzazioni la cultura della Data Science e promuovere progetti innovativi basati sui dati.

2) Project Management

Gnucoop propone un percorso focalizzato sullo smart working per migliorare la collaborazione tra il field e l’headquarter, pensato anche in risposta alle riorganizzazioni che molti enti hanno dovuto affrontare in seguito all’emergenza Covid-19 (per maggiori informazioni sul corso “SMART WORKING: migliorare la collaborazione tra il field e l’HQ ” vai qui).  

Dall’autunno, arrivano due proposte di Ong 2.0/CISV e TechSoup Italia focalizzate su Design Thinking per l’innovazione sociale e sull’adozione dell’approccio Agile nei progetti di cooperazione.

3) Leadership e Imprenditorialità

Amani Institute propone un percorso in inglese rivolto ai senior manager delle organizzazioni italiane per aiutarli a gestire le situazioni di crisi con competenze di leadership e innovazione. 

Viene riconfermato, poi, il supporto al Social Enterprise Open Camp organizzato da Fondazione Opes-LCEF e Gruppo CGM, quest’anno dedicato all’importante tema “Planet and People”.

4) Borse di studio

È stato introdotto un nuovo progetto in ricordo di Anne Musyoki, direttrice di Techsoup Africa che nel 2019 ha partecipato agli Open Days dell’Innovazione a Torino e, durante il rientro, è rimasta vittima dell’incidente aereo dell’Ethiopian Airlines 302. Il progetto prevede l’istituzione di borse di studio per permettere a due giovani di lavorare insieme al team di Techsoup sui temi della digital transformation delle organizzazioni non-profit in Kenya. Confermate anche le borse di studio a copertura dei costi parziali per il Master ICT for Development and Social Good organizzato da Ong 2.0/CISV all’Università di Torino. 

Tutte le informazioni su FormazioneSviluppo, con il calendario dettagliato delle attività e le modalità di partecipazione, sono disponibili sul sito di Innovazione per lo Sviluppo al seguente indirizzo:
innovazionesviluppo.org/formazione

Maggiori informazioni sui percorsi di Gnucoop QUI


Innovazione per lo Sviluppo è un programma di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo con l’obiettivo di promuovere l’innovazione nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo attraverso attività di: open innovation / sfide, formazione, networking.
Il programma è realizzato con il coinvolgimento di partner provenienti dal mondo dell’innovazione e della tecnologia (data for good, fabbricazione digitale, ICT for development).

ANTIVIRUS

April 15th, 2020 Posted by Blockchain, Data Analysis, Data Collection, e-learning, M&E, Smart Working, Training 0 comments on “ANTIVIRUS”

“Installa gli anticorpi e affronta il cambiamento”

Gnucoop offre un percorso di consulenza gratuito per immaginare e pianificare un percorso di innovazione tecnologica personalizzato

Cosa sta succedendo?

Se all’inizio potevamo sperare che tutto questo sarebbe stato solo un brutto momento passeggero, adesso è chiaro che niente sarà più come prima. L’emergenza ha segnato le nostre abitudini, le nostre relazioni, il nostro modo di lavorare, le strutture stesse della nostra organizzazione sociale. Dobbiamo pensare ad un sistema sanitario che sappia gestire emergenze di dimensioni globali, una scuola che sappia educare anche a distanza, una produzione di servizi che rispondano a nuovi bisogni. Quello che l’emergenza ci ha imposto è diventato il nostro nuovo orizzonte. Lo straordinario è diventato il nuovo ordinario. 

Questo grande cambiamento, pur nella fatica che lo sta accompagnando, è una grandissima opportunità di crescita e di evoluzione. 

Cosa stiamo imparando?

Anche se siamo ancora nel pieno della pandemia, alcune cose possiamo dire di averle imparate. La prima e più importante è che da queste difficoltà si esce soltanto se si resta uniti. Poi abbiamo capito che per prendere le giuste decisioni è fondamentale poter disporre di informazioni certe e quindi saper raccogliere e utilizzare i dati. I nostri dati. Infine abbiamo imparato che almeno una parte del lavoro può essere fatta con modalità che fino a ieri ci sembravano impossibili da attuare. 

E gnucoop, come può aiutare?

Tutto questo può entrare all’interno di un processo di trasformazione delle nostre organizzazioni che ci porti ad un rinnovamento per affrontare le nuove sfide che il futuro ci porterà. Ma come fare ad affrontare questa trasformazione? Quali rischi e quali opportunità ci sono? Come può essere di aiuto la tecnologia per facilitare alcuni processi? Se vi state facendo queste domande, se vi interessa capire se e come il futuro possa riservare delle opportunità per voi, se semplicemente siete spaventati dai tempi che verranno e volete un confronto con qualcuno che possa darvi qualche consiglio, chiamateci! E’ gratis!

Gnucoop vi offre Antivirus, un programma di supporto e accompagnamento per enti del terzo settore, cooperative e ONG. Il programma completamente gratuito e prevede:

  • Un ciclo di webinar su argomenti dei quali siamo esperti, legati all’innovazione, ai dati e alla tecnologia;
  • Una consulenza personalizzata che effettueremo in 2 conference call di 1H ciascuna. Una prima call di analisi sarà seguita da un’altra call di restituzione.

Come posso aderire ad Antivirus?

Ogni organizzazione potrà fare richiesta tramite un semplice form. Ogni organizzazione che ci contatterà, potrà usufruire gratuitamente di una consulenza sull’analisi dei bisogni interni e l’identificazione di possibili strategie di cambiamento e innovazione tecnologica. Le soluzioni proposte potranno poi essere valutate senza alcun tipo di impegno dall’organizzazione. La consulenza si articolerà in 2 sessioni di un’ora ciascuna. Ad ogni sessione parteciperanno 2 esperti di Gnucoop che aiuteranno l’organizzazione a formulare i propri bisogni e cercheranno di proporre delle possibili soluzioni, personalizzate sulla base delle esigenze.

Quanto costa aderire ad Antivirus?

Due ore del vostro tempo.

Per registrarti ad ANTIVIRUS compila il MODULO

Per maggiori informazioni sui WEBINAR e per iscriverti vai QUI

….ogni tanto lavoriamo insieme anche noi....ma in maniera molto “smart”!

Smart-Coop

February 28th, 2020 Posted by e-learning, Smart Working, Training, web platform 0 comments on “Smart-Coop”

Lo Smart-Working al servizio delle Cooperative

Non tutti i mali vengono per nuocere. In questi ultimi giorni le aziende sono necessariamente dovute ricorrere al lavoro da remoto e chissà che finalmente non decidano di utilizzarlo più spesso. Sarebbe un beneficio per i lavoratori, per l’ambiente e per l’azienda stessa. 

Ti sei mai chiesto come poter migliorare i flussi di comunicazione ed il lavoro tra uffici remoti o anche tra colleghi, all’interno dello stesso ufficio? La tua organizzazione ha collaboratori che lavorano da remoto, magari con una sede centrale in una città ed altre sedi delocalizzate in altre regioni? Oppure stai pensando come sarebbe bello poter lavorare da remoto senza perdere efficienza e produttività. Questo articolo forse potrebbe aiutarti!

Ma perchè proprio Gnucoop dovrebbe parlarci di remote working?

Gnucoop è società cooperativa dislocata su tutto il territorio italiano e fin dalla sua nascita si è avvalsa principalmente di smart-working. Ha dovuto fin da subito, immaginare un luogo virtuale per tutti i suoi lavoratori, che potesse farli sentire a proprio agio. In due parole: un ufficio virtuale.

Servizi come  DROPBOX, Google Drive, Onedrive, Owncloud ed altri, sono fondamentali per condividere informazioni e file, ma non sono sufficienti a rispondere a tutte le esigenze di un’azienda che intende avvalersi dello smart working dei suoi dipendenti.

Tanto più alta deve essere l’integrazione e l’interazione tra le persone, tanto più è necessario andare oltre lo scambio di un file e creare un ambiente digitale che permetta al lavoratore da remoto di non avvertire la necessità di essere fisicamente presente in ufficio.

Bisogna prima di tutto definire il nuovo flusso di lavoro, che si basi su strumenti di collaborazione più avanzati e che integri i classici strumenti di ufficio come Microsoft Office (365) oppure le alternative Google (gSuite), all’interno della nuova struttura virtuale.

Questi strumenti vengono chiamati strumenti di messaggistica aziendale. 

Tra questi  non possiamo non citare: Slack, Facebook Workgroup, Microsoft Team, Google Hangout Chat.

Sarebbe ancor più fondamentale una formazione adeguata per tutti gli utenti della cooperativa su tutti questi strumenti, che pur mantenendo, di base, una semplicità di utilizzo, hanno bisogno di tempo per entrare a far parte degli strumenti aziendali e essere compresi appieno da tutti.

Ricordiamo inoltre che alcuni di questi strumenti sono disponibili gratuitamente per gli enti no profit e le cooperative sociali.

In questi giorni difficili, dove l’organizzazione alla quale eravamo abituati, sul lavoro e nella vita privata, si scontra con le esigenze dettate dall’emergenza sanitaria, Gnucoop ha deciso di impegnarsi direttamente e dare il proprio contributo allo sforzo collettivo. Abbiamo deciso di raccogliere l’appello delle istituzioni all’unità e alla solidarietà, convinti che solo con l’impegno di tutti possiamo uscire da questo periodo difficile. 

Offriamo quindi un ciclo di webinar formativi gratuiti sui nuovi strumenti collaborativi per il lavoro agile, rivolti alle Cooperative. Questi webinar sono seminari on-line rivolti ai lavoratori che in questo periodo si trovano ad affrontare un rallentamento della propria attività e hanno quindi spazio e tempo da riempire, ma anche alle aziende che hanno sempre voluto avvicinarsi alle meraviglie dello smart-working ma non hanno mai avuto l’occasione di iniziare. 

Per uscire dalle difficoltà c’è una sola strada da percorrere: tirarsi su le maniche e darsi da fare! Noi facciamo il primo passo, voi fate il vostro e partecipate!

Per iscriversi clicca qui

Giovedi 5 Marzo ore 16 – Gmail, calendario e Keep

Martedì 10 Marzo ore 16 – Collaborazione con Google Drive – Base

Venerdì 13 Marzo ore 16 – Collaborazione con Google Drive – Avanzato

Martedì 17 Marzo ore 16 – Slack: L’ufficio virtuale 

ICT for Health, our contribution to the Master in ICT for Development and Social Good

May 2nd, 2019 Posted by Data Analysis, Data Collection, e-learning, MHealth, Training 0 comments on “ICT for Health, our contribution to the Master in ICT for Development and Social Good”
It’s always a great experience to exchange ideas, facts, data, information and knowledge with people from different background, culture and environment. That’s what happened last month when we took part to the first edition of the Master programme in ICT for Development and Social Good as lecturer of the ICT for Health module.
The Master course in ICT for Development and Social Good,  organized by ONG2.0 and the University of Turin and co-funded by the Italian Agency for Cooperation and Development (AICS), allows students to acquire knowledge on managing projects in the cooperation and development sector with a special focus on the use of technology (ICT4D) to achieve project objectives.

In our ICT for Health module, we explored many topics, starting from a general overview of healthcare systems and health information systems, describing the processes and steps required to run a successful mhealth project.
We discussed about many examples of mhealth applications: from remote monitoring, to point of care, stock management, treatment adherence, education/awareness and crowdsourcing.
Each type of application has been analysed through practical case studies, allowing us to explore projects like c-stock for the management of drugs supply; to talk about the CardioPad app from Cameroon for remote monitoring of cardiac diseases. We then presented applications like Momconnect in SouthAfrica to support women during pregnancy and the very interesting Mobile Academy app where co-design with users really shows its full potential. And, again, we spoke about monitoring and tracking diseases using mobile application as well as crowdsourcing tools.
Students also had a chance to gain practical experience on some of the most common tools specifically used for mhealth projects such as CommCare, Magpi or TextIt. We also presented our Dewco data collection tool, developed by Gnucoop, that has been used, among others, for the development of the Integrated Refugees Health Information System (iRHIS) used by UNHCR to monitor health activities in refugee camps at worldwide level.

So, talking about applications and mhealth tools implies a discussion about data and the common challenges of scalability, interoperability and data security. In our last lecture, we explored those challenges and possible solutions to overcome them. Furthermore, we walked through some basic concepts of data analysis like linear regression and decision tree with the overall objective of seeking good relations between our collected data.  

Open Days Innovazione 2019: co-progettare, partecipare ed innovare

March 11th, 2019 Posted by Blockchain, Data Collection, e-learning, ICT4Ag, ICT4D, MHealth, software development, web platform 0 comments on “Open Days Innovazione 2019: co-progettare, partecipare ed innovare”
Due giorni di incontri, discussioni, presentazioni e networking. Due giorni di idee per cercare di far incontrare innovatori, organizzazioni di cooperazione internazionale ed enti privati.
Abbiamo iniziato parlando di innovazione non come un risultato o un prodotto ma come un processo partecipativo di cui l’utente finale è il protagonista.
E così sono stati riportati esempi di innovazione come BRCK, che garantisce connettività in luoghi comunitari, come su 1000 autobus a Nairobi e 500 a Kigali, o in 1200 Wifi hotspots, oppure di imprese sociali nell’ambito dell’energia solare come la storia di M-KOPA .
Ma spesso basta poco per innovare, come un paio di tablet connessi che permette ad un gruppo di donne masai di imparare a leggere e scrivere e trasmettere all’intera comunità quanto appreso.


O ancora come il progetto Click4All (https://www.click4all.com/en/ ) per costruire piccoli strumenti di supporto alla disabilità (come mouse o tastiere), utilizzati per esempio in un centro di riabilitazione su base comunitaria in Siria.
E tanti altri ancora…
E poi è arrivata la volta dei tavoli di co-design in tema di Educazione, Agricoltura e Salute.
Gnucoop ha avuto il piacere di moderare il tavolo Health&Tech. Quattro storie di innovazione sanitaria hanno aperto il dibattito:
1. il software di raccolta dati del progetto iRHIS – Gnucoop;
2. la piattaforma Open Hospital – CUAMM/ISF;
3. la participatory data physicalization con l’Università di Bolzano;
4. i sistemi di mappatura che facilitano l’accesso a centri sanitari di riferimento di CCM
Storie che hanno permesso di individuare gli ingredienti di successo e criticità dei progetti di innovazione come: partecipazione, formazione, raccolta ed umanizzazione dei dati ed, ancora, monitoraggio e replicabilità degli strumenti, etc…
Un momento concreto di scambio ed incontro tra le tre comunità cardine degli open days innovazione: operatori umanitari, innovatori ed imprese.
Il secondo giorno ci ha visto invece partecipare a diversi workshops: dai Big Data e tecniche di data visualization ad esperienze pratiche sulle Internet of Things, tecnologie hardware open che danno spazio alla creatività ed innovazione.
E poi si è parlato di project management e strumenti agile, di Kanban e di Scrum, di effetto Panopticon, sprint planning, retrospettiva, stand up meetings e dei tre ruoli chiavi dell’agile methodology (product owner, scrum master e  team members). Strumenti di progettazione e pianificazione che meglio si adattano a progetti innovativi, permettendo di tenere sotto controllo il progetto ed, allo stesso tempo, garantendo l’efficienza dei team di lavoro e minimizzando i rischi.

Gli #ODI2019 sono stati anche l’occasione per lanciare tutte le offerte formative di #InnovazioneSviluppo.
Fino al 20 Marzo sono aperte, tra le altre, le iscrizioni al primo ciclo del corso “From paper to tablet: all the steps you need to know” promosso da Gnucoop, CIAI e ChangeLab. Il corso vuole fornire le competenze per migliorare il processo di monitoraggio e valutazione dei progetti e delle organizzazioni, attraverso l’utilizzo di strumenti adeguati ed innovativi di raccolta, sistematizzazione e analisi di dati.
Per partecipare clicca qui .


Grazie a Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo che hanno organizzato questo evento!

Chatbot: another ICT tool for development?

October 12th, 2017 Posted by Data Collection, e-learning, ICT4D, software development 0 comments on “Chatbot: another ICT tool for development?”

WHAT IS CHATBOT

chatbot (also known as a talkbot, chatterbot, Bot, IM bot, interactive agent, or Artificial Conversational Entity) is a computer program which conducts a conversation via auditory or textual methods. Such programs are often designed to convincingly simulate how a human would behave as a conversational partner, thereby passing the Turing test. Chatbots are typically used in dialog systems for various practical purposes including customer service or information acquisition. Some chatterbots use sophisticated natural language processing systems, but many simpler systems scan for keywords within the input, then pull a reply with the most matching keywords, or the most similar wording pattern, from a database.

CHATBOT FOR AID PROGRAMMES

The field of chatbots for good is still emerging, but nonprofit and government organizations have begun to develop use cases.

The chatbot technology has the potential to be an innovative tool for development and humanitarian organizations to better communicate with their beneficiaries. The ability to deploy a scaled outreach campaign while not heavily burdening staff with regards to time and training has the potential to be one invaluable use of chatbots to development organizations with and without an ICT focus.

Chatbots smartly guide beneficiaries and other end users through surveys, making the surveys easier to understand and complete correctly. There are options for additional functionality using artificial intelligence and machine learning in the interpretation of messages and sending of information.

Smartphones and chatbots have made services from banking to transportation more accessible across Africa. Now, aid agencies are hoping they can do the same with food.

The United Nations World Food Programme (WFP) routinely carries out food security analysis in order to assess and track the need for food assistance in its areas of operation. WFP maintains a network of 1.5o food security analysts who work with governments to implement surveys of household food security and markets. WFP commonly implements comprehensive and emergency food security assessments as well as market assessments and facilitates or maintains food security monitoring systems in many of its countries of presence.

In the last year WFP has also experimented with chatbot-based survey.  

Chatbots will not be the solution to all problems, but simply another ICT tool that has the potential to deliver value with a thoughtful approach and proper design and development.

More information here http://www.ictworks.org/2017/07/20/ok-chatbot-what-is-your-value-for-humanitarians/
and here https://qz.com/1066734/this-aid-agency-is-using-chatbots-to-beat-world-hunger/

I​CT: Innovations for Development​

September 27th, 2016 Posted by e-learning, ICT4D, Training 0 comments on “I​CT: Innovations for Development​”

The new edition of the long-term online training course ICT: Innovations for Development focused on the communication technologies begins on 31st of October.
Organised by ONG 2.0, the sessions are live and interactive with renowned international experts.
There are 20 full scholarships available, thanks to the support of Fondazione Cariplo and Compagnia San Paolo.
Application deadline for scholarships: 9th October 2016

In the recent years, the ICTs (information and communication technologies) for development have promised the international cooperation to become more “fluid” and “open” (open-source technologies and creative commons licenses enabled individual persons, groups and organizations to have free access in various materials and products, inaccessible before).Further, the emergence of new techs such as drones, low-cost sensors, wearables and so on – the ICTs are opening up new horizons for development interventions. For instance, UNICEF and the Malawi’s government have started to test unmanned aerial vehicles (UAV) to reduce waiting times for HIV testing of infants. Or RapidPro – an online communication platform for those who want to create an app about social issues in few steps. Examples are unlimited: from the environmental movement Science for Change Kosovo, that monitors and reports the atmosphere pollution by means of a crowdsourcing platform, to Kilimo Salama (“Safe Agriculture”), a project for smallholders who can ensure their products through SMS while the insurance company checks the forecasts with weather satellites.
To respond to these new trends and progresses in the field of ICT for Development, as well as to offer new opportunity for young professionals, particularly for those from Global South, the ONG2.0 is launching the second edition of the long-term online course “ICT: Innovations for Development”. The programme, absolutely unique in Italy, will allow the discussion between the lectures and participants from all the worlds thanks to the interactive and live webinars. The intensive 6 months course is structured in 8 thematic Modules: social innovation methodologies; agriculture and environment; health; education; data collection; mapping in emergencies; human rights, democracy and activism; and financial inclusion.

There are 20 full coverage scholarships available (application deadline: 9 October). The course will be concluded with a public BarCamp where a 2000€ prize, where participants will present the Final Projects and will have the chance to win seed-funding up to 2000 euro.
The seed-funding will go for the best projects who have successfully integrated, applied and/or prototypes ICTs in a real case study.

The course is organised as part of the “Innovations for Development” project supported by Fondazione Cariplo and Compagnia San Paolo, and in partnership with Fondazione Crt, Opes Impact Fund, Gnucoop, Fondazione Acra, We Make, Ouagalab, Fablab To, ISI Foundation, Fondazione Politecnico di Milano e Nexa center for internet & society, Università di Torino, Politecnico di Torino.

___________________

Info:
www.ong2zero.org
training@ong2zero.org
tel +390118993823

partners