30 anni di convenzione sui diritti dell’infanzia - anche la tecnologia può aiutare

Anche a Gnucoop festeggiamo l’anniversario della convenzione sui diritti dell’infanzia, raccontando la nostra piccola esperienza in ambito educativo. Nell’ultimo anno abbiamo avuto il piacere di collaborare con CIAI (Centro Italiano Aiuti all’Infanzia) su due importanti progetti finalizzati a sostenere l’inserimento scolastico di bambini particolarmente vulnerabili in Africa, in particolare in Burkina Faso e in Etiopia. 

In entrambi i casi, il problema che CIAI vuole risolvere - i progetti sono ancora in corso - è quello di trovare un modo accurato, sostenibile e relativamente facile, per monitorare la frequenza scolastica. Stiamo parlando di contesti particolarmente fragili, dove per i bambini il rischio di lasciare la scuola è molto alto e le istituzioni scolastiche non sempre hanno la possibilità di intervenire tempestivamente ed efficacemente nei confronti di chi, spesso in silenzio, si allontana dalla scuola. Classi sovraffollate, impegno dei bambini in lavori stagionali, dati approssimativi e difficilmente disponibili a chi prende decisioni, questi sono solo alcune delle cause principali della mancanza di interventi. 

Per cercare di rispondere a questi problemi, Gnucoop ha sviluppato due strumenti con caratteristiche molto diverse che però puntano allo stesso obiettivo: monitorare la frequenza scolastica.

In Burkina Faso abbiamo realizzato un’app per smartphone che permette, scattando una semplice foto alla classe, di effettuare l’appello, contando quanti bambini sono presenti. Tramite un algoritmo di face recognition, l’app è in grado di contare quanti bambini sono presenti nell’immagine dividendoli in maschi e femmine. L’algoritmo è basato su una rete neurale che è stata allenata a riconoscere bambini burkinabé tramite un training set di 2500 immagini, costruito ad-hoc dai nostri tecnici. I dati sulle presenze scolastiche vengono raccolti e, in tempo reale, trasmessi al dipartimento del ministero dell’educazione che in questo modo può avere informazioni tempestive ed affidabili sulla frequenza nelle proprie scuole, e orientare interventi specifici in modo puntuale e capillare.

Facial-RecognitionDownload

In Etiopia invece, dove il progetto realizzato da CIAI punta a reinserire nel percorso formativo ragazze che hanno abbandonato la scuola, abbiamo creato una piattaforma di raccolta dati che, tramite il lavoro di 40 operatori di terreno, viene alimentata con i dati sulla frequenza di ciascuna ragazza. I dati vengono raccolti tramite dispositivi mobili - telefoni o tablet - anche in assenza di connessione ad internet. Una volta che i device mobili sono stati sincronizzati, è possibile avere in tempo reale una rappresentazione precisa dell’andamento della frequenza scolastica delle 10.000 ragazze assistite in 4 regioni diverse del paese. La piattaforma si basa su DEWCO, uno strumento di raccolta dati realizzato da noi di Gnucoop che permette di progettare e realizzare una qualunque attività di raccolta dati in modo flessibile e molto personalizzabile.

Un'app per le scuole del Burkina Faso e una piattaforma per il recupero delle ragazze in Etiopia. Questo è l’impegno che Gnucoop ha potuto mettere in atto, grazie alla collaborazione con CIAI, perché tutti bambini del mondo possano godere del diritto ad andare a scuola.



Get in touch!

Operational Headquarters

Milano
via Stefanardo da Vimercate 28
20128 ITALY
(+39) 3703309574
Pisa
Lungarno Mediceo 56
56127 ITALY
(+39) 3703173931
Email
info@gnucoop.com
This website uses cookies to improve your experience.   Accept  -  Read More